Ufficio Foto 1

Testo 1

Ufficio Foto 1

Ufficio Foto 2

Testo 2

Ufficio Foto 2

Ufficio Foto 3

Testo 3

Ufficio Foto 3

Ufficio Foto 4

Testo 4

Ufficio Foto 4

2) Quali sono le norme che regolano le distanze legali delle piantagioni tra proprietà confinanti?

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Le distanze legali tra proprietà confinanti sono disciplinate in via generale dal codice civile, che nel caso di piantagioni e alberi, agli artt. 892 e seguenti, prevede tre diverse distanze per altrettante categorie di alberi. Lo scopo è quello di limitare il diritto del proprietario di piantare alberi a meno di una certa distanza dal confine per evitare al fondo confinante possibili danni derivanti dal propagarsi delle radici, foglie, ovvero dall’immissione di ombra e di umidità.

Colui sul cui fondo si protendono i rami degli alberi del vicino può in qualunque tempo costringerlo a tagliarli, attraverso un’azione giudiziaria innanzi al Giudice di Pace.

Secondo quanto stabilito dal codice civile un albero, sia pure posto a distanza legale dal confine, non potrà invadere la sfera di altri soggetti per l’eccessivo sviluppo della sua altezza e/o frondosità (Cass. 27.02.2012 n. 2973).

Condividi questo articolo

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn